E’ una parte integrante di tecniche usate in fisioterapia nell'ambito della prevenzione e cura in genere.
Queste tecniche normali sono alla base, come contatto continuo con il paziente.
Le tecniche di massaggio a scopo terapeutico sono varie, con l'intento comune di raggiungere lo stesso obiettivo usando modalità differenti.


Massaggio decontratturante e rilassante:

Serve per aiutare ad eliminare tensioni e contratture muscolari

Massaggio sportivo:

È un tipo di massaggio eseguito su varie zone del corpo per migliorarne la performance atletica.

Massaggio riflessogeno del piede:

Tecnica olistica e terapia complementare; è una metodica che mira a ridurre ed eliminare gli squilibri che generano stress e tensioni, facendo propri i principi riflessologici classici, applicandoli al piede. Viene dato risalto in particolare alle corrispondenze analogiche tra i vari distretti dell'organismo e a particolari zone del piede.
Abbiamo infatti una mappa del piede su cui possiamo lavorare e confrontarci.

Massaggio/manipolazione viscerale:

Ha lo scopo di studiare le relazioni che esistono tra le strutture del corpo umano e le funzioni degli organi interni. Viene utilizzato per localizzare e aiutare i meccanismi naturali e migliorarne il funzionamento degli organi stessi.

Massaggio linfatico:

È un massaggio caratterizzato da manovre lente e ritmiche svolte con un criterio sulle vie della circolazione linfatica; risultando così un aiuto per il drenaggio dei liquidi.

Tecnica shiatsu:

È appunto una tecnica olistica di trattamento manuale, nata in Giappone e si basa sui principi dell'agopuntura, con la differenza che l'operatore shiatsu usa le mani e gomiti invece degli aghi.
Stimola e riequilibra l'energia del corpo tramite l'uso delle pressioni naturali sui meridiani e su aree riflesse del corpo. Aiuta a combattere lo stress e le tensioni muscolari. Rinforza le aree più
deboli e regola la funzione degli organi interni. Non ha effetti collaterali indesiderabili; qualora si verificasse un qualsiasi fenomeno, dipenderà dalle reazioni spontanee e naturali che l'organismo sviluppa, che variano da persona a persona.
La caratteristica dello shiatsu è la pressione costante e perpendicolare sul punto da trattare, portata dall'operatore; come detto vengono usate le mani, i gomiti, gli avambracci e, in alcuni casi, le ginocchia. Il pollice è lo strumento principale su cui l'operatore esegue i suoi trattamenti.
Lo shiatsu genera con i suoi movimenti dei processi per così dire di autoguarigione, valorizzando le risorse vitali e andando a stimolare i processi di autoregolazione del corpo, generando una
qualità migliore della vita.
Ginnastica propriocettiva: tipo di ginnastica che pone come obiettivo il miglioramento della percezione dei segmenti anatomici nello spazio. Deve ripristinare le capacità del corpo a reagire a determinati stimoli, cercando di effettuare movimenti di correzione per mantenere l'equilibrio.